.
Annunci online

 
alternativo 
Lo strano, curioso, stravagante mondo del web... Notizie Strane, Curiosità
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  BLOG

Blog auryx
Blog gifanimate
Blog Sara
Blog CastenasoForever
Blog Bia
Blog Alexangel
Blog lupettina
Blog nica84
Blog Bambino Kinder
Blog Wde72
Blog Kiki
Blog FemminaComeLaVoce
Blog Ya
Blog la_cassandra
Blog ooalexoo
Blog Ornitorinco
Blog Parzialmente Sklerati
Game Blog

MUSICA

Parzialmente Sklerati
Bambole di Pezza
Radio Onda D'urto
Nofx
Rancid
Tre Allegri Ragazzi Morti
Succo Marcio
Shandon
Porno Riviste
Modena City Ramblers
La Famiglia Rossi

FORUM

Ernesto Che Guevara Forum

SITI

Marjuana
Caccola
Emergency
Il Blog di Beppe Grillo
Daddo
Bandiera di Pace
Che scimmia sei ?
Con Fini Zero
Attentato al pentagono?
Altromercato
Medici Senza Frontiere
Creativa
Termometro Politico
Freeonline
Da dove arrivano le pellicce
Trescore News
Dott. House
Cicap
Maus
  cerca




Rubriche

Alternativo Consiglia


Questo Blog è contro la tristezza



S t r u m e n t i u t i l i



 

Diario | Notizie | Foto | :-) | Editoriale | Video | Curiosità | Ma cosa ca**o dici ? |
 
Editoriale
1visite.

30 marzo 2006

Vero sfruttamento ma in modo virtuale

Ge Jin, un ricercatore presso un'università statunitense sta girando un documentario sulle "gold farm" uno dei fenomeni più sconcertanti dell'economia virtuale.
L'argomento si può sintetizzare in questo modo: nei MMORPG, giochi multiplayer online in cui partecipano migliaia di persone esistono delle vere proprie economie basate su valute virtuali. Con l'oro virtuale i giocatori possono comprarsi armi, case ed altri beni per aumentare il potere del proprio personaggio o ampliare l'esperienza di gioco. Tuttavia, guadagnare oro virtuale richiede tempo da impiegare in attività noiose, un vero e proprio lavoro sporco virtuale. Attività che i benestanti ed indaffarati giocatori occidentali non sono propensi a svolgere. E' possibile quindi comprare dell'oro virtuale con soldi reali attraverso le aste come eBay. Ma da dove vengono questi soldi virtuali? Non dalle società che creano i giochi online, perchè non hanno interesse ad introdurre scorciatoie che nuociono alla competitività, ma dagli virtual sweatshop cinesi.
Le gold farm altro non sono che società che assumono degli impiegati che giocano per oltre 12 ore al giorno al solo fine di guadagnare la valuta virtuale da rivendere ai giocatori prevalentemente americani.
Del fenomeno se ne parla da tempo ma è la prima volta che in rete circolano dei filmati che documentano questa attività.
Molto interessante anche il
dibattito sul blog Terranova in cui interviene lo stesso Ge Jin.
Clicca qui per vedere un'anteprima del documentario, uno sfizioso assaggio di post-post-fordismo. (Molleindustria)




permalink | inviato da il 30/3/2006 alle 15:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio